Leggere lo scontro Italia-Francia sulla stampa estera è utile per vedere quale immagine dell’Italia all’estero stiamo dando e se sarà utile in qualche modo ai nostri interessi di politica estera.

Per ottenere qualcosa in politica estera bisogna infatti convincere qualcuno delle proprie ragioni e trovare degli alleati, soprattutto se non si è una superpotenza.

La nostra rassegna sullo scontro Italia-Francia sulla stampa estera include i principali giornali tedeschi, spagnoli, britannici e americani di diversi orientamenti politici.

Italia-Francia: per la stampa estera le accuse italiane hanno solo motivazioni di politica interna

Sull’utilità dello scontro Italia-Francia per i nostri interessi di politica estera, la risposta della stampa estera è chiara. Il ministro degli Esteri italiano Moavero Milanesi è l’unico che si preoccupa dei gravi effetti della crisi e cerca di rassicurare gli alleati, mentre i colleghi di Maio e Salvini non gli danno ascolto, perché pensano solo ai loro interessi elettorali e di politica interna. La Sueddeutsche Zeitung lo scrive chiaramente.

Per la stampa estera è evidente che le dichiarazioni di Di Maio e Di Battista contro la Francia e il suo governo non hanno nulla a che vedere con la politica estera.

La polemica sul neocolonialismo francese serve per dare un contentino agli elettori Cinque Stelle di sinistra, insofferenti per l’accettazione da parte del movimento delle posizioni di destra della Lega in molti campi. Secondo i dati dello stesso Ministero degli Interni italiano, i migranti che arrivano in Italia proveniendo da Paesi che adottano il franco CFA sono molti meno di quelli che provengono da ex colonie italiane in cui l’Italia si è macchiata di atrocità.

Anche in Libia, nella rivalità Italia-Francia sullo sfruttamento dei giacimenti petroliferi per cui secondo Salvini la Francia non vuole risolvere il conflitto, la stampa estera indica come l’Italia sia in vantaggio proprio per il fatto di essere la ex potenza coloniale.

L’avvicinamento con il movimento dei gilet gialli serve invece ai Cinque Stelle perché sono alla disperata ricerca di alleati con cui formare un gruppo politico al prossimo Parlamento europeo.

Il New York Times aggiunge che la “furia” dei Cinque Stelle contro Macron dipende probabilmente anche dal fatto che prima delle elezioni lo avevano corteggiato sperando in un’alleanza e avevano invece ottenuto un netto rifiuto.

L’escalation di accuse italiane nello scontro Italia-Francia secondo la stampa estera è motivata anche da una rivalità fra i due partiti di governo e i loro leader, che secondo la Sueddeutsche Zeitung non vogliono farsi superare “nella gara alla sconcezza più grossolana”.

Infine lo scontro con la Francia e con Macron serve, in particolare alla Lega, per mostrare un chiaro nemico alle prossime elezioni europee e per giustificare le proprie scelte politiche sulla questione migratoria.

Gli effetti dello scontro Italia-Francia per l’immagine dell’Italia all’estero

Lo scontro sul tema dei migranti è molto importante per l’immagine dell’Italia all’estero.

Tutti i giornali analizzati stanno più o meno fortemente dalla parte della Francia, riportando molti passi del comunicato francese ed evidenziando la gravità e la falsità di molte delle dichiarazioni dei governanti italiani, definite maligne e odiose.

Tuttavia sul respingimento dei migranti è evidente il passo falso di Macron anche a livello di immagine nazionale e i punti guadagnati invece da Salvini in questo caso. Die Zeit, New York Times e Guardian, testate non certo favorevoli a priori al governo italiano, commentano che anche Macron ha avuto le sue responsabilità nello scontro italo-francese, sfruttandolo per motivi elettorali e giustificando le decisioni italiane perché ai suoi grandi discorsi sull’accoglienza dei migranti non sono seguiti i fatti.

Guardando all’orizzonte più grande dell’Unione europea, che è anche l’unico in cui l’Italia può avere un certo peso in politica estera, è evidente che lo scontro Italia-Francia è un pessimo segno sia per il futuro dell’Europa, che per il futuro dell’Italia, della sua immagine e della sua credibilità.

Rispetto alla stampa estera di altri Paesi, quella tedesca è quella che è più chiaramente e compattamente a favore delle posizioni francesi. Di fronte ai recenti sforzi di Francia e Germania di rafforzare l’impegno comune in senso europeo, l’Italia appare come un nemico dell’Europa, invece che come un alleato indispensabile con cui realizzare progetti comuni.

italia-francia, stampa estera commenta lo scontro

Infine, anche in questo caso non ci liberiamo della nostra reputazione di Paese latino sopra le righe, le cui reazioni esagerate vanno prese con le pinze. Secondo il New York Times la disputa crescente rappresenta un problema serio per il futuro dell’Europa, ma

ha avuto senza dubbio le sue connotazioni da operetta, con gli insulti assurdi da parte degli italiani e la dignità violata dei francesi.

Gli articoli analizzati

https://www.sueddeutsche.de/politik/frankreich-italien-streit-1.4320981

https://www.sueddeutsche.de/politik/italien-frankreich-elysee-vertrag-1.4298040

http://www.spiegel.de/politik/ausland/gelbwesten-frankreich-ruft-botschafter-aus-italien-fuer-gespraeche-zurueck-a-1252108.html

https://www.zeit.de/politik/ausland/2019-02/gelbwesten-luigi-di-maio-frankreich-rueckruf-botschafter-italien

https://www.nytimes.com/2019/02/07/world/europe/france-italy-ambassador-yellow-vests.html

https://www.foxnews.com/world/france-recalls-ambassador-to-italy-after-yellow-vest-meeting

https://www.theguardian.com/world/2019/feb/07/france-italy-ambassador-macron-di-maio-salvini-second-world-war

https://www.express.co.uk/news/world/1083894/emmanuel-macron-news-yellow-vest-protests-france-italy-news-ambassador-tensions

https://elpais.com/internacional/2019/02/07/actualidad/1549544820_089064.html

https://www.elmundo.es/internacional/2019/02/07/5c5c2b4afc6c83032d8b4652.html

Vuoi saperne di più? Leggi anche

Questo articolo può interessare a un tuo amico/collega? Condividilo