L’immagine dell’Italia sulla stampa straniera di questa settimana è il caos: del PD, dei tassisti e dei conti pubblici

Settimana scorsa la stampa estera, in particolare quella tedesca, aveva mostrato l’immagine di un’Italia incapace di innovare, superare la propria crisi e guardare al futuro. Perciò era il fanalino di coda dell’Europa.
Questa settimana sono ancora una volta i tedeschi a dare il giudizio più negativo sull’Italia.

Il caos del PD

L’articolo dell’edizione internazionale di Handelsblatt si intitola “giorni caotici a Roma”.
Il sottotitolo afferma che l’Italia sta ancora una volta a guardarsi l’ombelico e questo potrebbe essere molto pericoloso per il resto dell’Europa.
“Esercizio in autodistruzione pubblica”, “assurdo”, “surreale” e “inimmaginabile in Germania” sono le parole con cui Regina Krieger descrive ciò che sta succedendo nel Partito democratico.
Inimmaginabile in Germania perché sarebbe come se la CDU, il partito della Merkel, facesse un dibattito pubblico sul suo futuro politico invece di governare.
Le ipotesi sul futuro del PD dominano il dibattito politico italiano

come se i problemi più grandi dell’Italia – una riforma strutturale imbottigliata, la disciplina di bilancio e le obbligazioni internazionali – non esistessero.

 

immagine Italia sulla stampa straniera: la scissione del PD
Dall’articolo “Chaotic Days in Rome”

 

Anche Le Figaro parla della crisi interna al PD come di un evento che fa “temere il ritorno di un’epoca confusa”.

Il caos del debito pubblico

El País dice che la sinistra italiana si autodistrugge in lotte fratricide in un momento chiave dal punto di vista elettorale. Pablo Martìn de Santa Olalla, professore all’Università europea di Madrid, descrive la situazione dei partiti italiani – deboli o populisti – e del Paese, con un’economia stagnante e un debito pubblico estremamente alto, che sfora sempre gli obiettivi europei.
La conclusione:

Ancora una volta, l’Italia è di fronte a un autentico bivio politico e affondata da una profonda crisi economica.

Sia gli spagnoli che i tedeschi dicono “ancora una volta”: l’immagine dell’Italia sulla stampa straniera non è quella di un Paese con problemi temporanei e risolvibili. È quella di un Paese in crisi perenne, o quanto meno incapace di imparare dai propri errori, che continua a commettere di nuovo.

Un’idea evocata anche da Financial Times: molti degli elettori di Virginia Raggi stanno perdendo la pazienza, anche se i romani sono abituati alla “inefficienza politica”.

Oltre ai riferimenti negli articoli sul PD, al debito pubblico italiano è dedicato un intero articolo di Les Echos.
Nonostante abbia realizzato alcune riforme nella prima metà del 2016, l’Italia si trova ancora “in mezzo al guado”. Con una crescita modesta e una scarsa competitività, il debito rimane il “tallone d’Achille dell’Italia”.

Buone notizie per l’economia italiana

Ciononostante, grazie all’export l’immagine dell’Italia sulla stampa straniera è anche positiva.
Anche se l’Italia è considerata un simbolo della crisi dell’Euro, i suoi prodotti sono sempre più amati nel mondo, dice lo Spiegel.
Nel 2016 la bilancia commerciale italiana è passata dai 42 miliardi di euro di attivo del 2015 a 52 miliardi. L’Italia è stata il terzo Paese europeo più in attivo, dopo Germania e Olanda.

Guarda gli studi sulla competitività delle aziende italiane

Il successo di aziende italiane molto forti nell’export è il tema di altri due articoli della stampa straniera sull’Italia.

La Sueddetsche Zeitung parla di Golden Goose. Ha iniziato producendo vicino a Venezia sneaker di pelle con effetto invecchiato e da poco è stata venduta per più di 400 milioni di euro al gruppo americano Carlyle.

A Ducati e Diesel è dedicato invece un articolo di Expansión. Hanno creato insieme una moto prodotta in numero limitato che il giornalista descrive come una “onomatopea di audacia e ribellione” che poteva essere creata solo da “queste due icone del Made in Italy”.

Il caos dei tassisti

La notizia dello sciopero dei tassisti è arrivata anche in Argentina, su La Nacion. Le parole usate danno un’immagine dell’Italia sotto un’ondata di violenza che fatica a gestire: non ha precedenti, non si sa quando finirà. Le minacce dei tassisti ai loro concorrenti sono non solo verbali ma anche fisiche, alcuni hanno paura di andare a lavorare.

Anche se i turisti sono stati informati dello sciopero selvaggio da agenzie di viaggio, ambasciate e operatori turistici

il danno di immagine per la penisola è enorme


Non solo molti articoli della stampa straniera danno indirettamente un’immagine negativa dell’Italia. Come abbiamo già visto in altre rassegne stampa, i giornalisti sono consapevoli che le notizie di cronaca che riportano danneggiano l’immagine dell’Italia all’estero e lo dicono esplicitamente.

Hai letto altri articoli sulla stampa straniera che parlano di danni all’immagine dell’Italia? Cosa ne pensi? Fammelo sapere nei commenti.

Gli articoli della stampa straniera citati
Handelsblatt – Giorni caotici a Roma
Le Figaro – Il PD italiano perde la sua sinistra
El Pais – Le sfide dell’Italia dopo Renzi
Financial Times
Il debito pubblico: tallone d’Achille dell’Italia
Der Spiegel – L’Italia consegue un surplus commerciale di 52 miliardi
Sueddeutsche Zeitung – Golden Goose
Expansión – Ducati e Diesel
La Nacion – Un’inedita ribellione dei tassisti in Italia

Vuoi saperne di più? Leggi anche

Questo articolo può interessare a un tuo amico/collega? Condividilo